LA STORIA SENZA RETORICA

Mea culpa. Non ho letto questo libro prima dei ventisei anni suonati. E non me lo perdono.

Gramsci-img

Lettere dal carcere (edito da Einaudi) è la raccolta della corrispondenza epistolare che Antonio Gramsci ha spedito ai propri cari negli anni della sua detenzione. Secondo Benedetto Croce il libro apparteneva anche a chi fosse di altro od opposto partito politico.

Ed è vero, perchè in questa raccolta non si osserva la soggettiva di un uomo di partito, ma si svela diacronicamente il senso stesso dell’umanità intera. O almeno quello che per me è il senso dell’umanità: il pensiero, la libertà, ma anche la fragilità che conduce alla dissoluzione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...