RICORDI TEATRALI

Una commossa recensione per il teatro del grande Gilberto Govi, attore dialettale genovese della prima metà del novecento.

Una delle più grandi maschere del teatro comico italiano, coniugava le sue straordinarie doti interpretative con un meticoloso studio da caratterista. Caricaturista di grande talento, impiegava molto tempo a preparare l’estetica del protagonista di cui avrebbe vestito i panni.

Noto per aver interpretato numerosi personaggi dal carattere mansueto, venne descritto dalla moglie Rina Gaioni come un giovane, all’opposto, piuttosto esuberante e rubacuori.
Forse il personaggio che più gli assomigliava era Gildo Peragallo, pittoresco carattere con il vizio irresistibile di inventarsi una vita non sua. Un multiforma, interprete dai mille volti, ma con un’essenza valoriale di grande positività.

Gilberto Govi ha sempre rivendicato il contenuto popolare delle sue commedie, in cui gli eventi del quotidiano erano preferiti ai grandi temi sociali. Ma nelle sue interpretazioni sapeva cogliere, con straordinaria intuizione, quell’universale che trascendeva dal piccolo contesto della trama, per commuovere lo spettatore portandolo ai grandi sentimenti del vivere umano.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...