VERITA’ CERCASI

Nel precedente post ho linkato un articolo dell’Unità in cui si fa riferimento alle nuove disposizioni spagnole per i rimpatri di immigrati clandestini.

In quel contesto l’Unità riporta la notizia di Osamuyia Aikpitanhi, che secondo il giornale dei DS avrebbe “volontariamente sbattuto la testa” per evitare di essere rimpatriato.

Il giornale, però, evita di dire che questa versione dei fatti non è la sola ad essere in piedi circa la tragica vicenda del clandestino nigeriano.

No-racism.net riporta la notizia in modo diametralmente opposto, accusando le forze dell’ordine di aver ucciso il “deportato” in seguito ad umilianti violenze.

Su Wikipedia viene creata una voce in cui si certifica la testimonianza di un anonimo passeggero del volo incriminato.

Il rapporto della polizia spagnola certifica che Aikpitanhi era ricercato in Nigeria per stupro ed omicidio. Ma questo rapporto esce dopo la sua morte, secondo parte dell’opinione pubblica per gettare ombra sull’evento degli abusi subiti.

Verità cercasi, dunque, e trovasi un’inquietante evidenza. La razza umana predica verità e giustizia universale, ma si accontenta di abusi e taglioni se apprende che la vittima di questi è stato in precedenza un carnefice.
In questi giudizi non c’è nulla di universale, ma solo la frustrata sete di vendetta di un popolo educato ad un distorto concetto di Bene.

Leggi il mio articolo su FaiNotizia.

Una risposta a “VERITA’ CERCASI

  1. questo è parlare chiaro!!
    pieno accordo con te.
    fare diventare carnefice la vittima, come si anche si lo era, merita ogni violenza è INDECENTE

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...